Michele Cipolli Studio

Engineering Management Consulting

La nostra professione

La professione di Ingegnere in Italia è regolamentata dal 1923 e, recentemente, il DPR 328/2001 ha suddiviso gli Albi custoditi presso gli Ordini Provinciali in settori di competenza (civile/ambientale, industriale e dell’informazione) ed in sezioni (A e B) introducendo la figura dell’ingegnere junior, proveniente da percorsi di studio triennali.

La direttiva europea del Settembre 2005 (che dovrà essere recepita dagli Stati membri UE entro settembre 2007) ha fornito ulteriori indicazioni al fine di armonizzare le normative nazionali ed aprire il mondo delle professioni regolamentate ad un mercato più esteso in termini territoriali e numerici, quello dell’Europa dei 25 stati nazionali.

Indipendentemente dai cambiamenti in atto, il valore aggiunto dell’Ingegnere è fondamentale:

  • nelle opere innovative e ad alto contenuto tecnologico: ricerca e sviluppo, infrastrutture di rete per le telecomunicazioni, per il trasporto, per l’industria, sistemi di calcolo avanzato, sistemi di controllo dei processi industriali
  • nelle importanti opere per il sociale: sicurezza informatica, difesa della privacy e della sicurezza negli ambienti di lavoro, gestione ambientale, accessibilita’
  • nella gestione dei progetti in tutte le fasi: fattibilità, pianificazione, progettazione preliminare ed esecutiva, studi di sostenibilita’ tecnico/economica e gestione finanziaria, analisi TCO (Total Cost of Ownership), formazione, gestione delle risorse e direzione dei lavori
  • nella certificazione della qualita’ e della conformita’ del prodotto/servizio e dei processi organizzativi rispetto agli standard internazionali ed alle normative vigenti: UNI, ISO, EN, CEI, IEEE, BS altre normative nazionali ed internazionali.

Alcuni importanti riferimenti normativi per gli ingegneri liberi professionisti:

1. Codice Etico del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI)

2. DPR 5 giugno 2001, n.328 – Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove per l’esercizio di talune professioni, nonchè della disciplina dei relativi ordinamenti;

3. Legge 2 marzo 1949, N. 143 – Approvazione della tariffa professionale degli ingegneri ed architetti;

4. Codice Civile – Libro Quinto DEL LAVORO, Titolo III DEL LAVORO AUTONOMO, Capo II Delle professioni intellettuali – Art. 2229 e seguenti;

5. Codice Penale – Libro Secondo – DEI DELITTI IN PARTICOLARE, Titolo II – DEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, Capo II – Dei delitti dei privati contro la pubblica amministrazione – In particolare, Art. 348 – ABUSIVO ESERCIZIO DI UNA PROFESSIONE.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: